Turisti non per caso

Magiche scenografie

L’interno dello Yorkshire, contea a nord-est dell’Inghilterra, è costituito da suggestivi paesaggi con valli, corsi d’acqua, brughiere e antiche abbazie. La costa e punteggiata da piccoli villaggi che sembrano usciti da un libro di fiabe.

Nazione: Regno Unito / Capoluogo: York / Lingua: inglese / Moneta: Sterlina
Simbolo: la rosa bianca rappresenta la contea dello Yorkshire (e anche del Casato di York)
Clima: freddo con frequenti precipitazioni in tutte le stagioni

SPUNTI DI ISPIRAZIONE

Il tipico paesaggio inglese caratterizza questa contea che ha ispirato famosi scrittori. La brughiera, con i suoi bassi arbusti che ricoprono colline e pianure, fa da sfondo a tanti romanzi. “Mi avvicinai alla finestra per vedere che tempo facesse; uno spettacolo rattristante mi si presentò alla vista: calava prematuramente l’oscurità della notte e del cielo e le colline erano confuse in un vortice di vento e di neve fittissima”. Così scrive Emily Brontë in un passaggio di Cime tempestose, il romanzo pubblicato nel 1847 contemporaneamente ai romanzi delle sorelle: “Jane Eyre” di Charlotte e “Agnes Grey” di Anne. Le tre sorelle Brontë vissero gran parte della loro breve vita a Haworth, nella canonica del padre reverendo. La selvaggia brughiera intorno fu lo scenario che accompagnò le loro giornate. treno

TOUR LETTERARIO

Si possono vedere i luoghi cari alle scrittrici visitando la loro dimora, oggi trasformata in museo dalla Brontë Society; i ruderi di Top Withens, il casale preso a modello per la residenza di Wuthering Heights, e Penistone Crag, la “grotta delle fate”, entrambi menzionati nel romanzo Cime tempestose. Infine le cascate e il ponte che prende il loro nome: Brontë Waterfall e Brontë Bridge.

ANTICHE DIMORE

Nel parco spiccano diversi splendidi castelli tra cui lo Skipton Castle, risalente al 1090, uno dei meglio conservati castelli medievali; il Ripley Castle costruito nel XV secolo ha la particolarità di essere stato la casa della famiglia Ingilby per ventisei generazioni. A tutt’oggi Sir Thomas, Lady Ingilby e i loro cinque figli continuano la tradizione.Regno Unito-Skipton Castle.

ATTRAZIONI NATURALI

Le brughiere occupano la parte alta dello Yorkshire Dales National Park, a nord di Haworth e a nord-ovest della contea. I Dales sono profonde vallate attraversate da fiumi, nel parco ce ne sono oltre venti. Numerose sono le meraviglie da ammirare offerte dalla natura, come il tavolato calcareo di Malham Cove, formatosi durante l’era glaciale; le cascate di Hardraw Force, le più alte d’Inghilterra; le cascate di Aysgarth Falls e di Cautley Spout. Da non perdere le spettacolari formazioni rocciose a Brimham Rocks, opera di decine di migliaia di anni di erosione, modellate dal vento e dalle intemperie, fra cui Idol Rock, un monolito di duecento tonnellate in equilibrio su una piccola base piramidale.

ALTA SOCIETÀ

“The English spa” era il soprannome della cittadina di Harrogate nel periodo del suo massimo fulgore. Situata a sud-est dello Yorkshire Dales, è un rinomato centro termale. Le Turkish Baths, aperte nel 1896, fino al 1969 furono le terme frequentate dall’alta società e dalle famiglie reali europee e, dopo un periodo di chiusura, sono tuttora in funzione e soprattutto aperte a tutti. Rappresentano uno dei pochi bagni turchi dell’800 rimasti integri e ancora funzionanti. Rinomati sono pure le sale da tè, i negozi di fiori e di antiquariato. La città è famosa anche per un episodio legato ad Agatha Christie. La scrittrice nel 1926 scomparve per undici giorni, per poi essere ritrovata in quello che oggi si chiama Old Swan Hotel, una locanda settecentesca originariamente usata per la sosta delle carrozze, nel quale fu girato nel 1979 il film “Il segreto di Agatha Christie”.

I LOVE SHOPPING

 

A est di Bradford si incontra Leeds, una delle principali città della contea e la terza in Inghilterra per numero di abitanti dopo Londra e Birmingham. Rilevante nodo ferroviario, la città è stata un importante centro industriale, mentre attualmente è la principale destinazione, nel nord dell’Inghilterra, per lo shopping. Qui si può trovare ogni tipo di articolo, dalla haute couture al vintage. Lungo otto chilometri di strade sfilano negozi prestigiosi e centri commerciali. Briggate è una delle strade principali, mentre Kirkgate Market rappresenta il più grande mercato coperto in Europa e uno dei più antichi. In questa città è nato il primo Marks & Spencer, catena di abbigliamento e food molto famosa nel Regno Unito. Sono numerosi i pub e sicuramente meritevoli di una visita, fra cui il più famoso e antico è il Whitelock’s, originalmente aperto nel 1715 con il nome di The Turk’s Head.

BORGO OTTOCENTESCO

A ovest, compreso nell’area metropolitana di Bradford, è situato Saltaire, un paese industriale della seconda metà dell’Ottocento, rimasto intatto e ben conservato. Il fondatore, Sir Titus Salt, nel 1853 costruì attorno alla sua filanda un villaggio “moderno” per i suoi dipendenti, comprensivo di case con acqua corrente, scuole, sale ricreative, biblioteca e ospedale. Inghilterra-Leeds.

CITTÀ NEL PARCO

Inghilterra-Sheffield. A sud della contea, Sheffield per la sua posizione geografica è chiamata “the city of seven hills“ (la città delle sette colline) e prende il nome dal fiume Sheaf che attraversa la città. Famosa per la produzione di acciaio e per l’università, una delle maggiori del Regno, si distingue per l’ampio spazio verde che rappresenta il 61per cento dell’intera area; un terzo della città si trova all’interno del Peak District National Park. Sono nati qui il cantante Joe Cocker e il gruppo musicale indie rock Arctic Monkeys. Vi fu girato il famoso film Full Monty, uscito nelle sale cinematografiche nel 1997.

VESTIGIA STORICHE

Sicuramente non può mancare una visita alla città di York, il capoluogo della contea, caratterizzata da tanti vicoli tortuosi, il più famoso dei quali è l’angusto vicolo The Shambles, dove nel Medioevo si trovavano le botteghe dei macellai. La città nacque sopra i resti della romana Eboracum ed è circondata dalle antiche mura risalenti al 1300, lunghe ben cinque chilometri. Su di una collina, nella parte nordorientale della città, sorge la maestosa cattedrale York Minster, vero gioiello architettonico, completata nel 1472; è la più grande cattedrale gotica del nord europa. Nell’ottagonale Chapter House si possono ammirare le famose vetrate medievali, fra le più grandi al mondo.

RICOSTRUZIONE VITTORIANA

A York si trova il Castle Museum, situato nelle prigioni costruite sulle rovine del castello cittadino. Qui c’è Kirkgate, la fedele ricostruzione, eseguita nel 1938, di una tipica strada dell’epoca vittoriana. L’idea del fondatore del museo, John Kirk, è stata successivamente copiata da altri musei del mondo. Tutto ciò che si trova nella strada, comprese le insegne dei negozi, è autenticamente vittoriano. Un altro museo particolare è il National Railway Museum, il più importante museo ferroviario del mondo; si possono ammirare le più belle locomotive antiche e la collezione di treni reali, fra cui le carrozze foderate di pelliccia della regina Vittoria e di re Edoardo VII; un tuffo nella ricchezza e nell’ostentazione del passato.

 …La città di York è uno straordinario mix di passato e presente…

PERCORSI DEL MISTERO

Pare che York sia considerata la città inglese più infestata dai fantasmi, sarà per questo che sono molto popolari le visite notturne, con differenti itinerari, a caccia di fantasmi. Sono suggestive passeggiate guidate che si svolgono dopo le sei di sera, rese più curiose ed emozionanti da racconti del mistero tratti dalla storia, dal folklore o dalle leggende. Si può vivere anche la particolare esperienza di una giornata in un villaggio vichingo visitando lo Jorvik Viking Center che mostra il sito dove sono stati trovati i resti dell’antico villaggio di Jorvik alla fine degli anni ’70. Un percorso sotterraneo conduce attraverso la ricostruzione delle strade dell’era vichinga del 975 d.C., con più di ottocento oggetti esposti.

GENERE HORROR

Whitby
Passando alla costa orientale, sul Mare del Nord, si incontra un affascinante paesaggio di scogliere frastagliate. A nord, alla foce del fiume Esk, a 76 km da York, si incontra Whitby, una città balneare con spiagge di sabbia, un tempo famosa per la pesca alla balena. È conosciuta anche per i fossili di ammoniti (specie di molluschi) e infatti tre ammoniti verdi sono presenti sullo stemma cittadino. È nota per essere descritta nel romanzo Dracula del 1897 di Bram Stoker, il quale fu ispirato a scrivere il libro dal cimitero della chiesa di St Mary. Ispirarono il romanzo pure le non lontane spettrali rovine della Whitby Abbey, sovrastanti la East Cliff; 199 ripidi gradini la collegano con il paese. Dopo le emozioni del paesaggio ci si può ristorare con il “fish and chips” acquistato nei tradizionali negozi “takeaway” lungo il porto. Passando al lato occidentale del porto si può visitare il whalebone arch sulla West Cliff, l’arco formato dalle ossa di mandibola di balena per ricordare l’industria baleniera un tempo fiorente.

RESORT MARITTIMO

Robin Hood’s Bay a sud di Whitby, è probabilmente uno dei più pittoreschi villaggi di pescatori della contea. Pervaso da un’atmosfera tranquilla e rilassante, l’antico borgo è punteggiato dai tetti rossi dei cottage abbarbicati sulla scogliera. Molto suggestiva è la discesa a piedi verso il mare attraverso i vicoli; la strada che attraversa il paese è così stretta e ripida da essere considerata non sicura per le macchine. Fino alle fine del XIX secolo la pesca era l’attività principale, poi soppiantata dal turismo. Molti contrabbandieri si nascondevano qui, fra il labirinto di strade e le case attaccate le une all’altre.  Whitby

FIERA TRADIZIONALE

Scarborough, laghi. Più a sud di Robin Hood’s Bay si trova Scarborough, una delle maggiori mete turistiche della costa dello Yorkshire. Circondata da due baie e sovrastata da un castello che si erge sulla collina, è anche un’ambita residenza invernale. Durante il Medioevo questa cittadina era un importante punto d’incontro dei mercanti che venivano da Inghilterra, Norvegia, Danimarca. La Scarborough fair iniziava il 15 agosto e aveva una durata di 45 giorni. Scarborough fair è anche il titolo di una ballata antica, risalente all’inizio del XVIII secolo, di cui sono state tramandate diverse versioni. Suonata da numerosi artisti, la versione più famosa è quella di Simon & Garfunkel. In italiano è interpretata da Angelo Branduardi.

VIAGGIO NEL TEMPO

La North Yorkshire Moors Railway, nel North York Moors National Park, è la ferrovia con un vero treno a vapore, con le carrozze pannellate in legno e con arredamento d’epoca. Attraversa la brughiera e le graziose stazioni in stile anni ‘30 dei paesini. Il personale, rigorosamente in uniforme, è formato da volontari. La stazione di Goathland, incantevole villaggio apparso in molte pellicole, è la stazione di Hogsmeade nel film di Harry Potter.

SPECIALITÀ LOCALI

Dolce tipico dell'Inghilterra-Yorkshire Pudding.
Un piatto tradizionale è lo Yorkshire Pudding, uno sformato a base di farina, uova, latte, acqua, olio e sale, insaporito con sugo di arrosto; un tempo veniva posto sotto al girarrosto, dove si stava cucinando il roast beef, perchè ne assorbisse il condimento. Altra specialità è rhubarb crumble, un dolce a base di steli di rabarbaro cotti e zuccherati, ricoperti da uno strato di cereali, burro e zucchero e serviti con crema inglese. Nel XIX secolo il rabarbaro era molto diffuso. Il classico dolce per accompagnare il tè è lo Yorkshire Parkin che viene tradizionalmente consumato il 5 novembre durante la Bonfire Night, la celebrazione del fallimento della Congiura delle polveri a danno del re Giacomo I d’Inghilterra, nel 1605. Il dolce, dalla consistenza un po’ appiccicosa, è a base di farina d’avena, melassa e zenzero. Si consuma da solo o abbinato a crema inglese. Si può utilizzare anche nella zuppa inglese come sostitutivo del pan di Spagna.

 

LA REAL ALE

Lo Yorkshire è rinomato per le sue birre e per i pub tradizionali. I birrifici producono tantissime varietà di “Real Ale”, ovvero una birra non filtrata nè pastorizzata che, grazie all’aggiunta di lievito vivo, subisce la seconda fermentazione all’interno del contenitore in cui è conservata. Viene servita senza aggiunta di anidride carbonica.


a cura di Alessandra Poni – foto di Sxc.hu

Mostra di più
Back to top button
Close
Close