Tendenze

Il futuro dell’ecommerce

Social Commerce, Live Commerce: le nuove frontiere degli acquisti online

Sempre più conquistati dalla facilità di acquisto e dalla disponibilità illimitata di prodotti e servizi in rete, gli italiani stanno apprezzando anche le recenti evoluzioni dell’eCommerce. Dispositivi mobili, social media, marketing online e digitale hanno aperto nuove opportunità di vendite; sperimentate con successo in Cina e negli Stati
Uniti si sono diffuse anche nel Vecchio Continente, come il Social Commerce e il Live Commerce

DINAMICHE DIVERSE

La pandemia ha modificato lo scenario degli acquisti online. Le aziende sono state spinte a digitalizzarsi in tempi rapidi, i consumatori hanno fatto ricorso all’eCommerce con una frequenza mai vista. Anche se il nostro Paese non ha recuperato il gap accumulato rispetto alla media europea, ha comunque fatto un notevole balzo in avanti. Secondo l’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm – School of Management del Politecnico di Milano nel 2021 gli ordini online sono arrivati a valere 39,4 miliardi di euro (+21%) con dinamiche contrastanti. Da un lato gli acquisti di prodotto hanno continuato a crescere, raggiungendo i 30,5 miliardi di euro, seppure a un ritmo più contenuto (+18%) rispetto al 2020 (+45%). Dall’altro lato gli acquisti di servizi dopo la forte crisi del 2020 (-52%) hanno registrato una ripresa (+36%) raggiungendo gli 8,9 miliardi di euro, corposa cifra che non riesce però a compensare le gravi perdite generate dall’emergenza sanitaria..

Oltre a fare la spesa o comprare un servizio, la pandemia ha influito sulla socialità facendo esplodere il fenomeno dei Social Media, in particolare quelli più usati dai giovani come TikTok. La possibilità di fare acquisti dalle piattaforme social, il Social Commerce, ha avuto quindi una forte accelerata. Vedere ad esempio su Facebook, Instagram, Pinterest un prodotto, scegliere e comprare in pochi click senza essere reindirizzati a un altro sito, senza dover effettuare registrazioni, inserire password di login, ricordare dati della carta di credito
è una gran comodità. A essa si aggiunge lo scambio di pareri con amici e follower prima di decidere cosa mettere nel carrello, ossia la condivisione dell’esperienza.

Copre le fasi precedenti e successive alla vendita il Social Commerce rispetto all’eCommerce che mira a promuovere gli acquisti. L’obiettivo è soddisfare i clienti attraverso lo stesso canale con un processo di interazione fluido, senza intoppi, partendo dallo stimolo del bisogno fino alla gestione del post vendita. Per un’azienda significa appoggiarsi a una o più piattaforme già impostate o affiancare al proprio eCommerce
i canali Social sfruttandone tutto il loro potenziale per cercare nuovi clienti. Circa il 45 per cento della popolazione mondiale oggi usa quotidianamente uno o più social network.

OCCHIO ALLE RECENSIONI

I Social Media hanno un ruolo importante nelle valutazioni e nelle scelte dei prodotti. Per questo alle aziende è utile prestare molta attenzione alle conversazioni e ai contenuti legati alle vendite, ossia al Social Shopping. Le informazioni ricavate dai commenti costituiscono un bacino di dati che evidenzia i bisogni dei clienti.

I SOCIAL SONO DIVENUTI
UN CANALE PER FARE ACQUISTI
INSIEME AGLI AMICI

 

 

Diversi studi dimostrano come gli acquisti social siano cresciuti velocemente. Soprattutto i marchi dal forte contenuto visivo e interattivo, come quelli della moda, stanno investendo nel Social Commerce sperimentando nuove esperienze, come il Live Commerce, per coinvolgere i clienti. Dall’integrazione tra live streaming, eCommerce e intrattenimento si è sviluppato questo modello di business che permette di vendere in diretta, non solo attraverso social network e piattaforme specializzate come Amazon Live o Taobao Live, ma anche attraverso sistemi di instant message come Google Meet o Zoom. Mentre in un sito o piattaforma di eCommerce si vede un prodotto, si scorre sull’immagine per visualizzare dettagli, si legge la descrizione, con il Live Commerce si interagisce con una persona che con una modalità da show mostra il prodotto, offre spiegazioni, risponde alle domande.

Per la realizzazione di live a fare da apripista è stata la Cina; dapprima su prodotti di massa, poi con le chiusure dei negozi per la pandemia su prodotti più sofisticati. Complice anche la scarsa abitudine allo shopping nei negozi, il Live Commerce ha catturato i cinesi tanto da rappresentare oltre il dieci per cento del mercato dell’eCommerce totale. I consumatori sono attratti, infatti, dalla possibilità di usufruire di offerte esclusive e prezzi convenienti vivendo un’esperienza che simula quella in un punto vendita e godendo dell’intrattenimento dei presentatori, Key Opinion Leader in Cina, equivalenti degli influencer. Per i brand il Live Commerce rappresenta un’opportunità enorme per promuovere le vendite in grandi volumi facendo leva sul coinvolgimento dei consumatori nell’esperienza di acquisto.

SU TIKTOK, DOUYIN IN CINA,
DILAGANO LE DIRETTE
DI LIVE COMMERCE

 

DALLE TELEVENDITE ALLO SHOW

I video in diretta attirano ogni giorno potenziali clienti anche negli Stati Uniti e in Europa grazie alla modalità, tagliata su misura, con cui si presenta la merce. Accanto al format, che assomiglia alle televendite di un tempo basate sulla descrizione delle caratteristiche dei prodotti, ha preso piede quello di uno show studiato per intrattenere le community e poi vendere. Questa tipologia di shopping ha un tasso di conversione all’acquisto cinque volte superiore rispetto alla vendita digitale tradizionale.

IL LIVE COMMERCE HA UN TASSO DI CONVERSIONE ALL’ACQUISTO
CINQUE VOLTE SUPERIORE RISPETTO
ALLA VENDITA DIGITALE TRADIZIONALE

 

A cura di Federica Serva

Tags
Mostra di più
Back to top button
Close
Close