News

A HostMilano va in scena la ripartenza del settore Horeca

Finita l’emergenza, è venuto il momento di ripartire. Ma a una condizione: investire sul binomio vincente innovazione e qualità. Lo sanno bene le diverse filiere dell’Ho.Re.Ca, che anche durante il lockdown hanno trovato al loro fianco una macchina che non ha mai spento i motori come Hostmilano (fieramilano dal 22 al 26 ottobre 2021). Dopo i mesi più difficili, durante i quali la mission è stata quella di accompagnare da dietro le quinte aziende ed operatori, presentando le migliori case history e i più aggiornati approfondimenti di mercato, adesso per la manifestazione di Fiera Milano è arrivato è tempo di guardare avanti, progettando il rilancio dell’universo dell’ospitalità professionale.

 L’innovazione durante il lockdown: vincono igiene e sicurezza

Ad Host l’innovazione non si ferma mai. A confermarlo sono state le ultime settimane, quando la manifestazione ha confermato il proprio ruolo di hub globale dell’innovation, capace di cogliere le best practice provenienti dal mercato, a cominciare dalle soluzioni ideate per garantire il rispetto di protocolli e norme sul distanziamento sociale.

C’è chi ha creato una serie di divisori modulari ecologici, pratici e variabili secondo le esigenze, utilizzando un materiale come il polipropilene, facilmente e continuamente igienizzabile. Per altri brand poi, la fine del lockdown ha significato accendere ancora più che in passato i riflettori sul green lanciando, ad esempio, un nuovo modello di bicchiere 100% riciclabile, realizzato con un materiale ottenuto da una miscela di sali minerali di origine naturale.

In prima fila, tra le case history di successo degli ultimi mesi, anche le soluzioni per la sanificazione degli ambienti. Come nel caso dell’invenzione di un tunnel che, oltre alla sanificazione delle persone e delle cose, misura la temperatura corporea e verifica se la persona è munita di mascherina e guanti; oppure di un sistema di sanificazione, impiegabile h24, anche in presenza di persone, basato sul fenomeno fisico della ionizzazione.

Intelligenza artificiale e IoT: le nuove sfide della fase 3

Soluzioni nuove e funzionali, per garantire una ripartenza il più veloce possibile. Se durante il lockdown sono state poche le aziende, in Italia come all’estero, che si sono fermate, per molte il must è stato uno solo: puntare, ancora più che in passato, sull’utilizzo di dispositivi di ultima generazione e di app legate all’Internet of Things. Per non parlare del fatto che soluzioni touchless legate all’AI sono ormai presenti in diversi ambiti applicativi: dai menu di locali e ristoranti alla possibilità di analizzare i Big Data dei clienti per organizzare il lavoro in cucina, passando per il mondo del coffee. Come è successo nel caso dell’azienda che, dopo aver sviluppato una colonnina igienizzante costruita interamente con l’acciaio delle macchine da caffè, è adesso in attesa di lanciare un modello appositamente studiato per la pausa legata al chicco nero, in ufficio o durante lo smart-working.

Perché per tutti, oggi la sfida è capire come l’Intelligenza Artificiale possa rispondere ai bisogni della Nuova Normalità. Come han fatto alcune azinede che, con un esperimento iniziato già durante il lockdown, hanno introdotto una serie di webinar rivolti a tutti gli interessati a scoprire le innovazioni della nuova linea di forni professionali, sempre più orientati allo sviluppo di soluzioni di cottura intelligenti che imparano e si adattano alle esigenze degli chef.

Focus sulla Pasticceria di lusso con Iginio Massari

Creatività, tecnologia e know how. Insomma, tutto ciò che vuol dire fare “luxury pastry” nella fase della ripartenza, e che non poteva mancare a Host 2021. Dopo il successo della scorsa edizione, torna anche il prossimo anno tra i padiglioni di Rho Fiera il format “Pasticceria di Lusso nel Mondo” by Iginio Massari, l’appuntamento ideato dal Maestro per antonomasia che, in sinergia con Hostmilano, e grazie a un network formato dai più importanti pastry chef nazionali e internazionali, vuole contribuire a diffondere la cultura della qualità e dell’innovazione anche nel mondo del dolce.

“Considero Host un luogo creativo unico, capace di informare il mondo intero sulle novità dell’universo Pastry, sulla ricerca in corso, sulle nuove frontiere dell’impegno gastronomico, a cominciare dall’utilizzo delle tecnologia”, spiega il Maestro, che da sempre è un fiero sostenitore di come la comunicazione sia alla base del successo di ogni attività.

Della pasticceria di lusso, certamente; ma anche di un settore contiguo come la gelateria, da sempre anch’essa, al centro dell’attenzione della manifestazione. Perchè, tra boom del delivery e ricorso alla tecnologia, tra nuovi consumi e attenzione alla sostenibilità, proprio il mondo del gelato ha rivelato in questi mesi una grande vivacità, sia nella sperimentazione che nella ricerca di nuove proposte dal punto di vista imprenditoriale.

In agenda un menu di centinaia di eventi

Tra momenti di approfondimento e di aggiornamento professionale, contest, show cooking alla presenza dei più grandi chef e professionisti del mondo del caffè e maestri del gelato, cioccolato e pasticceria, anche l’edizione 2021 di HostMilano vedrà ai nastri di partenza un menu di centinaia di eventi. Tra questi, non mancheranno appuntamenti diventati ormai consolidati e seminari di approfondimento sui temi più “caldi” dell’ospitalità professionale, tutti organizzati grazie alle numerose partnership siglate con le più importanti associazioni nazionali e internazionali, come: APCI Associazione Professionale Cuochi Italiani, Altoga, Anima Assofoodtec, APPAFRE, FCSI Foodservice Consultants Society International, FIPGC Federazione Internazionale Pasticceria Gelateria Cioccolateria, FIPE.

Da settembre, decolla Fiera Milano Platform

E’ uno degli strumenti ideati da Fiera Milano per la ripartenza e si tratta di una piattaforma dedicata a tutta la community delle filiere di riferimento: espositori, visitatori, buyer, giornalisti, blogger e opinion leaders. Si chiama Fiera Milano Platform l’ultima new-entry che servirà a rafforzare ulteriormente il ruolo di Hostmilano come hub dell’equipment globale, accendendo ancora di più i riflettori sul network che ruota intorno alla manifestazione e rendendo più agevole l’interazione tra compratori e aziende.

Il progetto prevede, a partire da settembre, la creazione di un ecosistema di servizi, che comprende il rafforzamento dei contenuti dei siti e social delle singole fiere; la sinergia tra incontri fisici e digitali (webinar in primis); la produzione di cataloghi ridisegnati per la presentazione e la vendita dei prodotti. Inoltre, verrà lanciata una mappa digitale della manifestazione in grado di consentire la fruizione da remoto, con l’obiettivo di rendere l’esperienza dei giorni di manifestazioni ‘phigital’, ibrida, fino alla realizzazione di nuovi formati contemporaneamente digitali e in presenza di pubblico.

Molti anche gli interventi strutturali effettuati nello spazio fisico del quartiere espositivo. Attraverso l’utilizzo di touch point multipli basati su nuove tecnologie (IoT, Data analytics, Cloud, Mobile App), Fiera Milano si è infatti dotata di una serie di strumenti di ultima generazione, tra cui: un’infrastruttura composta da 80 ledwall ad alta risoluzione e adattabili ad una grande varietà di tipologie di infotainment; una heatmap che permetterà una geolocalizzazione all’interno del quartiere; una mappa che monitora flussi e percorsi nei padiglioni; una nuova app di quartiere (con il nuovo sistema di wayfinding, di fast track, di prenotazione parcheggi e di ristorazione).

Al via i webinar di Host e Tuttofood

Vocazione all’internazionalizzazione e nuova veste ‘phigital’. Anche nella fase della ripartenza, Hostmilano conferma il proprio ruolo di piattaforma di riferimento a livello mondiale per tutti gli attori della filiera Ho.Re.Ca grazie all’organizzazione di una serie di webinar che saranno in grado di coinvolgere – anche grazie alla collaborazione con TUTTOFOOD – alcuni tra i più importanti player a livello internazionale. Al centro dell’attenzione di entrambi gli appuntamenti, ci sarà la situazione del mercato food&beverage del vecchio continente nell’era post Covid-19 con focus sui Paesi chiave del Medio Oriente e un approfondimento sull’ospitalità dedicata al lusso con platea Usa e America Latina.

Mostra di più
Back to top button
Close
Close