Sostegno alla ricerca

Una buona cosa

Prosegue in tutta Italia l’iniziativa a sostegno della ricerca scientifica della Fondazione Umberto Veronesi.Tantissime le gelaterie che hanno raccolto l’invito di PuntoIT e delle associazioni aderenti. Molto apprezzata la campagna pubblicitaria apparsa sui quotidiani La Repubblica e Avvenire.

 Elena Dogliotti ricerctrice della Fondazione Veronesi insieme a Franco Puglisi direttore della rivista PuntoIt e Paolo Veronesi.

Giornate da ricordare

Il 24 marzo, in occasione della seconda Giornata Europea del Gelato Artigianale, a Roma durante l’evento “Gelato Show” all’interno della fiera Pabogel, si è tenuto con successo il convegno dibattito a tema “Il gelato artigianale nella corretta alimentazione”. Presente la ricercatrice della Fondazione Elena Dogliotti; significativa la partecipazione di Ferdinando Buonocore, Presidente Artglace, e Roberto Padrin, sindaco di Longarone, città simbolo del gelato artigianale. In contemporanea si è pubblicata su La Repubblica una pagina intera a colori di pubblicità per ricordare sia la giornata Europea del Gelato sia l’appoggio di tutta la filiera alla ricerca scientifica. Il 26 marzo in Campidoglio, altra giornata da non dimenticare, si è svolta la consegna delle borse di ricerca da parte di Paolo Veronesi, presidente della Fondazione.

Crescente interesse

Si sta registrando un forte impegno da parte dei gelatieri di tutto il Paese, nel promuovere e nel divulgare la campagna informativa “buona” che il gelato artigianale sta indirizzando verso il consumatore. Da Nord a Sud si moltiplicano le iniziative correlate allo slogan del momento: “Il gelato artigianale fa bene e aiuta la ricerca scientifica”. Numerosi operatori hanno mandato alla redazione le foto del proprio locale con esposte le locandine dedicate e si susseguono le richieste di materiale promozionale (cartoline, segnalibri) da regalare ai clienti.

Importante comunicare

La distribuzione del kit promozionale (locandine + segnalibri) va ancora avanti fino a giugno, mentre in questo buon avvio di stagione per il gelato artigianale, si è anche intensificata la campagna pubblicitaria sui grandi mezzi di comunicazione. Per gli auguri di Pasqua un’intera pagina a colori è stata pubblicata sempre sul quotidiano La Repubblica, seguita da altre uscite per la Festa della Mamma dell’11 maggio (sia su La Repubblica sia sul quotidiano Avvenire distribuito, tra l’altro, in tutte le Parrocchie d’Italia). Altre pubblicazioni seguiranno con l’avvicinarsi dell’estate. Una già prevista per il prossimo 21 giugno, per dare il benvenuto alla bella stagione.

 

LA RICERCA

Elena Dogliotti, stimata ricercatrice della Fondazione Umberto Veronesi, prosegue in questo secondo appuntamento con la nostra rivista, il percorso per introdurci sempre più nell’interessante mondo della ricerca. I composti fenolici nelle bacche hanno molte funzioni biologiche diverse; dalla difesa della pianta al coinvolgimento nella sua crescita e sviluppo.Determinano la pigmentazione, hanno effetti antimicrobici e antifungini, funzionano da deterrenti per gli insetti, proteggono dalle radiazioni ultraviolette, chelano i metalli pesanti tossici e agiscono da antiossidanti di radicali liberi generati durante la fotosintesi.

Questi stessi componenti bioattivi conferiscono effetti antitumorali attraverso vari meccanismi di azione complementari e sovrapposti, compresa l’induzione di enzimi coinvolti nel metabolismo, la modulazione dell’espressione genica e i suoi effetti sulla proliferazione cellulare, l’apoptosi e le vie di segnalazione subcellulari. Studi recenti sono stati condotti per comprendere la biodisponibilià a e la via metabolica degli acidi fenolici e i flavonoidi presenti nelle bacche. La valutazione degli effetti sulla salute umana delle sostanze fenoliche e dei flavonoidi contenuti nelle bacche richiede ulteriori studi sull’assorbimento, sul metabolismo, sulla distribuzione dei tessuti e sugli effetti biologici in vivo e in vitro. I frutti di bosco sono anche un importante fonte di provitamina A, sali minerali, vitamina C e vitamine del complesso B; contengono circa il 15 per cento di zuccheri, principalmente fruttosio, e hanno un alto contenuto di fibre, come la pectina che agisce da regolatore intestinale.

Elena Dogliotti ricercatrice della Fondazione Umberto Veronesi.


a cura di Franco Cesare Puglisi

Mostra di più
Close
Close