Eventi e fiere

Reportage Sigep – Sotto la lente

20 gennaio 2018. Spettacolare l’apertura del Sigep, nella scenografica Arena della Hall Sud, con la sfilata delle dodici squadre partecipanti alla Coppa del Mondo della Gelateria e la cerimonia inaugurale che ha visto la presenza dell’onorevole Dario Franceschini.

Nel suo discorso il ministro dei beni, della cultura e del turismo ha sottolineato come il Salone di Rimini rappresenti al meglio la cultura gastronomica italiana, fulcro di quello che sarà “L’anno nazionale del cibo”.


La kermesse si è sviluppata in un susseguirsi di eventi; un mondo variegato di incontri, convegni, gare, concorsi e tanti prodotti in esposizione tra cui spiare le più clamorose novità. 
Lo facciamo in compagnia di famosi detective che ci fanno strada nel percorso; hanno il fiuto e gli strumenti adatti per indagare, raccogliere più informazioni possibili e guidarci nel cammino. Alla fine possiamo dire di aver raggiunto l’obiettivo; tutto ciò che abbiamo scoperto è solo positivo e incoraggiante. 


Il salone mondiale del dolciario artigianale organizzato da Italian Exhibition Group ha registrato un’affluenza record (209.135 presenze complessive, fra cui 135.746 buyers italiani e 32.202 buyers esteri provenienti da 180 Paesi) e una grande partecipazione a tutte le competizioni internazionali in programma.


Fra queste spiccano la Coppa del Mondo della Gelateria e la Pastry Queen; anche il caffè si è distinto con ben sei campionati italiani e l’annuncio del prossimo avvio del talent internazionale Barista&Farmers. Numerose le novità per il gelato, alcune davvero originali e inedite, con un occhio sempre attento alle tendenze del mercato.


I gelatieri degli altri continenti (Cina, Giappone, Medio Oriente, resto dell’Asia, Australia e Nuova Zelanda, India, Sud America) accederanno alla finale mondiale (una sfida tra i trentasei migliori chef) attraverso selezioni organizzate nei rispettivi Paesi in seno al Gelato Festival Challenge.

James Bond

Nei suoi film il fascinoso agente segreto 007 ci ha fatto vivere episodi elettrizzanti legati a intrighi e missioni impossibili vissute nei luoghi più esotici.
Sarà un’avventura emozionante anche seguire il percorso quadriennale di Gelato Festival World Masters 2021, il Campionato mondiale lanciato a Sigep 2018, che coinvolgerà 5mila professionisti di tutto il pianeta con centinaia di prove che si svolgeranno nei cinque continenti.
Prenderà il via in aprile, entrando nel vivo con l’edizione europea che partirà nel weekend 20-22 aprile a Firenze, con la tappa inaugurale di Gelato Festival 2018.
Seguiranno gli appuntamenti di Roma (28 aprile-1 maggio), Torino (5-6 maggio) e Milano (12-13 maggio); poi la kermesse si sposterà all’estero con le tappe di Berlino (1-2 giugno), Varsavia (9-10 giugno), Londra (23-24 giugno) e Vienna (30 giugno-1 luglio).
Il programma continentale culminerà con la All Star a Firenze (14-16 settembre) prima di varcare l’Atlantico per l’edizione americana, articolata in otto tappe.


Commissario Cordier

Un lavoro in team quello del commissario parigino che svolge le sue indagini con la collaborazione del figlio giudice e, spesso, anche della figlia giornalista.
Ed è un team francese anche quello che, quest’anno, si è aggiudicato la Coppa del mondo della gelateria.
La squadra, capitanata da Elie J.H. Cazaussus, era formata da Benoit Charvet, Christophe Domange, Rémi Montagne e Jean-Thomas Schneider.
Al secondo posto la Spagna, al terzo l’Australia. (per saperne di più leggere il servizio di pagina 45).


Nero Wolfe

Ricerca e sperimentazione contraddistinguono la passione con cui, nella sua serra, il detective americano seleziona e cura le amate orchidee; la stessa con cui i Maestri della gelateria italiana, nel corso di diversi incontri di laboratorio, sono giunti a creare il Gelato in fiore, innovativo e delizioso mantecato al delicato gusto di fiori eduli.

Dopo il successo registrato all’anteprima della Mig, che ha permesso di conoscere meglio le aspettative dei consumatori in materia, a Sigep 2018 i maestri hanno sviluppato il progetto con nuove proposte.
Il percorso di ricerca è stato il frutto di un lavoro di gruppo teso a individuare le migliori modalità di lavorazione e gli abbinamenti più appropriati per esaltare i profumi e i sapori espressi da ogni fiore, nonché il potenziale estetico. Senza dimenticare le tante proprietà benefiche legate alle caratteristiche di ogni pianta.


Commissario Maigret

Il personaggio nato dalla fantasia di Georges Simenon, oltre a essere un accanito fumatore di pipa, è anche un’amante della buona cucina.
Sarebbe potuto essere un appassionato lettore delle guide del Gambero Rosso, compresa quella dedicata alle gelaterie. È uscita, infatti, la Guida Gelaterie d’Italia del Gambero Rosso 2018.
I migliori locali sono contraddistinti, a seconda del grado di eccellenza, da uno, due o tre coni.
Questa seconda edizione registra quattro nuovi Tre Coni, per un totale di quaranta in tutta Italia. Nella Guida anche una sezione premi speciali.
Al gelatiere Stefano Dassie, dell’omonima gelateria di Treviso, va il premio per il miglior gelato al cioccolato; gelatiere emergente è Nicolò Arietti di Gelati d’Antan a Torino; il premio per il miglior gelato gastronomico ad Andrea Bandiera della Cremeria Scirocco di Bologna; premio sostenibilità a Stefano Roccamo, gelateria Stefino, Bologna.


In ricordo

Lunedì 22 gennaio, durante il convegno “Pubblico esercizio 4.0 il futuro è già domani – marketing e comunicazione” tenutosi nella Sala Neri, è stato presentato il libro di Giovanni TagliapietraSono Alberto Pica. Presenti la moglie e i figli che hanno ricordato il padre con parole d’affetto e stima.
Il volume è il racconto dell’avventura dello storico proprietario della gelateria romana di via della Seggiola e presidente dell’Associazione Italiana Gelatieri.
Un imprenditore appassionato e carismatico che, con la sua intraprendenza e il suo ingegno è sempre stato al fianco della categoria, portando avanti la tradizione del buon gelato artigianale.


Miss Marple

Alleata del commissario di turno, la simpatica vecchietta uscita dalla penna di Agatha Christie è la prima a risolvere, quasi senza farsi accorgere, i casi più intricati di omicidio.
Alla base del suo stile investigativo, uno spiccato acume nell’osservare, confrontare e legare insieme i più piccoli dettagli. Come ha sottolineato il Presidente dell’AIG Vincenzo Pennestrì, anche la riuscita di un buon gelato si basa su un accurato bilanciamento degli ingredienti. Sono stati quattro i concorsi proposti quest’anno dall’Associazione Italiana Gelatieri, uno in più rispetto alla scorsa edizione, ovvero il concorso Memorial Alberto Pica – I sorbetti dal Mondo” che ha visto la vittoria di Rosario Nicodemo della gelateria “Il cannolo siciliano” (Roma) con il gusto “Corbezzolo con caviale di limone”. Gian Paolo Porrino della pasticceria “L’Arte del dolce” (Vittuone – Milano) è stato invece il vincitore della gara “Eccellenza delle torte gelato” con la Torta Melisetto, giudicata la migliore a base pistacchio.
La gelateria “Nova Vida” (L’Aquila) si è classificata al primo posto nel concorso Memorial Alberto Pica – “Gelato al gusto nocciola” e Rosilda Collaku (Albania) è stata la prima in “Mille idee per un nuovo gusto”.
I vincitori dei quattro concorsi si sono affrontati nella finale e Rosario Nicodemo si è aggiudicato il prestigioso titolo di Miglior gelatiere dell’anno.


Don Matteo

Gentile e disponibile con tutti, conoscitore dell’animo umano e con un grande fiuto da detective, Don Matteo aiuta i carabinieri a risolvere vari intrighi. Riesce sempre a trovare quei particolari decisivi da suggerire all’amico maresciallo Cecchini. In sintonia con il suo modo di agire è il progetto Il Gusto della solidarietà che ha lo scopo di dare una mano alle famiglie locali in difficoltà.
Per il quinto anno il Banco della Solidarietà di Rimini e Italian Exhibition Group hanno raccolto e messo in vendita, al termine della fiera, il gelato inutilizzato e offerto dagli espositori.
Grazie alla collaborazione di diverse aziende e a un centinaio di volontari sono state portate al centro commerciale I Malatesta migliaia di vaschette di gelato da 1,5 kg.
Il ricavato della vendita su offerta libera è stato di quasi 16mila euro che serviranno ad acquistare generi di prima necessità.


Una classe al Sigep con PuntoIT

Padre Brown

La conoscenza dei comportamenti degli uomini e l’acume dei ragionamenti contraddistinguono la figura di Padre Brown, sacerdote cattolico protagonista di racconti dello scrittore Gilbert Keith Chesterton e di serie televisive.
Conoscenza e ragionamento sono le linee guida del progetto Non congelateci il sorriso che coinvolge alunni delle scuole elementari e medie riminesi nel contrasto al bullismo e al cyberbullismo.
Attraverso diverse forme di rappresentazione, da quelle visuali a quelle teatrali ai video clip, i giovani studenti sono guidati a diventare consapevoli dei pericoli della rete e a contrastarli con i valori dell’amicizia, della gentilezza, del rispetto.
I lavori svolti, che sono stati affiancati da incontri, i cosiddetti “caffè pedagogici”, in gelateria tra genitori e professori sul tema dell’educazione alle regole, sono stati presentati in fiera.
La classe 2M è stata invitata e accolta nello stand Editrade e gli alunni hanno elaborato “in presa diretta” un breve articolo su “come convincere le persone, a cui non piace il gelato, a provare ad assaggiarlo”.
A fine giornata, una giuria di ragazzi ha scelto il “Gusto Amicizia” e il “Gusto Bontà” tra i diversi proposti dai gelatieri.


Cal Lightman

È lo studioso specializzato nella cinesica, la scienza che studia il linguaggio del corpo e la comunicazione non verbale, protagonista della serie televisiva “Lie to me”. Lo scienziato mette spesso le sue conoscenze al servizio delle autorità e della giustizia collaborando anche con l’Fbi. Comunicazione non verbale è anche quella delle campagne pubblicitarie apparse sulle riviste di settore nel 2017 e premiate a Comunicando, tradizionale evento promosso da puntoIT.
Vincitrice assoluta Unica 2017 è la campagna “Tenace Audace” di Montebianco. (per tutti i dettagli, il servizio è a pagina 114).


Jessica Fletcher

Istinto femminile e una passione fuori del comune per il proprio lavoro fanno della famosa scrittrice di gialli un’ottima investigatrice “naturale”; le stesse qualità che hanno permesso alle concorrenti del Campionato mondiale femminile di pasticceria di esprimere i loro talenti.
La francese Anabelle Lucantonio, professionista e dimostratrice ufficiale del brand DGF, è la Pastry Queen 2018; ha superato l’americana Laura Lachowecki (Pastry Chef al Woodstock Country Golf Club di Indianapolis) e la messicana Sandra Ornelas (Pastry Chef Valrhona).
In gara anche concorrenti provenienti da Brasile, Colombia, Croazia, Filippine, Giappone, India, Marocco, Russia e Thailandia; da regolamento non ha partecipato
l’italiana Silvia Federica Boldetti, vincitrice dell’ultima edizione nel 2016.

Il tema del concorso era l’Astrologia, da illustrare attraverso diverse prove: mignon a forma di anello gioiello, torte moderna monoporzione, dessert al bicchiere con gelato al caffè, dessert al piatto caldo e freddo e presentazione artistica in zucchero e pastigliaggio.


Hercule Poirot

L’arguto detective della prolifica Agatha Christie è un ispettore di polizia in pensione di origine belga, come lui stesso tiene a sottolineare quando i suoi interlocutori si fanno ingannare dall’accento francese.
Poirot è molto goloso, non si fa mancare, tra un enigma e l’altro, una bella tazza di cioccolata calda.
Si sarebbe sicuramente appassionato al Campionato italiano di cioccolateria che ha eletto Maurizio Frau come miglior maître chocolatier d’Italia.
Il campione, premiato anche per la Miglior Pièce, “Andromeda”, si guadagna così l’accesso alla finale del concorso mondiale World Chocolate Masters di Cacao Barry che si terrà a Parigi il prossimo ottobre.
Al secondo posto Claudio Sordoni che si è aggiudicato il premio Miglior Snack to Go; al terzo Fabio Ravone premiato per la Miglior Pasticceria Fresca.
Tema del concorso era Futropolis, la città del futuro.


Sherlock Holmes

L’investigatore più famoso, creato dallo scrittore sir Arthur Conan Doyle alla fine del XIX secolo, è diventato l’icona del detective nella letteratura gialla.
Così il panettone è diventato l’ambasciatore dell’alta pasticceria made in Italy nel mondo.
Quest’anno, su iniziativa di Conpait, il pasticciere Nicola Fiasconaro ha ricevuto il riconoscimento per il miglior panettone e per il ruolo determinante svolto dalla sua azienda nel delicato processo di internazionalizzazione di questo tradizionale dolce.

   

Commissario Montalbano

Cosa farebbe il commissario senza le informazioni del dottor Pasquano, il burbero medico legale?
Lo spigoloso carattere del dottore spesso non aiuta e allora Salvo Montalbano “addolcisce” la situazione portando ogni tanto qualche cannolo al golosissimo Pasquano che sicuramente apprezzerebbe i dolci preparati dai pasticcieri Juniores e Seniores che hanno gareggiato per i Campionati italiani di pasticceria.
Nella categoria Juniores si è aggiudicato la medaglia d’oro Filippo Valsecchi di Lecco, seguito da Vincenzo Donnarumma al secondo posto, e Alessandro Vernocchi al terzo. Tema del concorso era “Stelle e leggende”. Filippo Valsecchi rappresenterà l’Italia al Campionato Mondiale di Pasticceria Juniores 2019.
Campione italiano di pasticceria seniores è il pescarese Lorenzo Puca che ha conquistato anche la medaglia d’oro nella specialità “pièce in zucchero e torta al cioccolato” con una grande riproduzione di Aladdin. I vincitori delle altre categorie sono stati Mattia Cortinovis, per pièce in cioccolato e dolce al piatto, e Andrea
Restuccia, per pièce in ghiaccio e torta gelato.
Insieme andranno a formare la squadra che rappresenterà il tricolore italiano alla Coupe du Monde di Lione 2019.


Commissario Nardone..

Il poliziotto italiano più famoso del dopoguerra, Mario Nardone, era di Avellino.
Trasferito a Milano, dove risolse casi clamorosi di “nera”, non seppe mai adattarsi a bere il caffè che si faceva “al Nord”.
Tempi lontani, oggi esperti, trainer e torrefattori diffondono la cultura del caffè di qualità proponendo e raccontando la nera bevanda in tanti modi diversi. In primo piano le finali delle
competizioni dei professionisti del settore, svoltesi in collaborazione con SCA (Specialty Coffee Association); un’opportunità unica per avvicinare il pubblico alle nuove modalità di concepire e bere l’espresso. Ecco i vincitori: Davide Cavaglieri – Campionato Italiano Baristi; Manuela Fensore – Latte Art; Alessandro Galtieri – Brewers Cup; Simone Cattani – Campionato Italiano Ibrik (caffè turco); Helena Oliviero – Cup Tasters.
La disciplina Coffee in Good Spirits, che ha messo i baristi alla prova con la mixology, ha visto trionfare il giovane Dan Ioan Bacaintan.


 

..e la sua squadra

Nardone fu l’ideatore della mitica Squadra Mobile, primo nucleo di quello che sarebbe diventato un moderno corpo di Polizia.
Dieci tra i migliori baristi a livello mondiale formeranno un team che Barista&Farmer invierà in Colombia.
Per dieci giorni vivranno la vita dei coltivatori locali di caffè alternando sfide e dure prove pratiche con l’apprendimento di tecniche di produzione all’avanguardia.
I concorrenti arriveranno da Germania, Islanda, Russia, Colombia, Ucraina, Cina, Croazia, Brasile; Sara Ricci rappresenterà l’Italia.
Il decimo partecipante è stato decretato al Melbourne International Coffee Expo (MICE) a marzo.
ll format è ideato da Francesco Sanapo, pluripremiato campione baristi, e organizzato da Sigep – Italian Exhibition Group, in partnership con World Coffee Events e con la collaborazione di ¡Tierra! by Lavazza.


Attenti a quei due!

Lord Brett Sinclair, aristocratico inglese, e Danny Wilde, uomo d’affari americano, impersonati rispettivamente da Roger Moore e Tony Curtis, combattono insieme il crimine e sono coinvolti in rocambolesche avventure.
Pur essendo caratterialmente differenti se la cavano sempre grazie al loro fascino e alla loro arguzia.

Affascinanti e creativi sono anche i maestri cioccolatieri Massimo Carnio ed Ernst Knam che sono stati protagonisti presso lo stand Editrade di due importanti eventi.
Massimo Carnio ha presentato il suo nuovo libro Battiti di cioccolato, edito dalla nostra casa editrice, dedicato alle varie ricorrenze interpretate con originali pièce, dolci e praline.
Ernst Knam è invece protagonista della prima copertina della rivista internazionale SweetMood, a cura di Editrade, dedicata alla pasticceria, in uscita il prossimo aprile. Due momenti, in due giornate diverse, che hanno richiamato un folto pubblico di visitatori che chiedevano autografi e selfie con i maestri.

 

Ispettore Clouseau

Non tutti i cinesi sono come Kato, il maggiordomo karateka che, per mantenere l’ispettore Clouseau in
uno stato di perenne allerta, lo sorprendeva con improvvisi attacchi a colpi di vigoroso karatè.

L’Associazione italiana degustatori e maestri del tè, invece, ha sorpreso i visitatori con la padronanza e la
raffinatezza dei gesti con cui la Maestra cerimoniera cinese Nan Xi ha proposto, per la prima volta a Sigep, la Cerimonia del tè.

Tanti i visitatori, anche orientali, che hanno apprezzato l’eleganza e il fascino di questa secolare tradizione, degustando sei tipologie di tè cinese per valutarne le diverse proprietà organolettiche, la dolcezza e la persistenza aromatica.

 

Tags
Mostra di più
Close
Close