Eventi e fiere

Gelato World Tour Italian Challenge; La grande avventura

Si è svolta a Bologna, lo scorso 24 marzo, la Finale di Gelato World Tour Italian Challenge durante la quale sono stati selezionati i gelatieri che rappresenteranno l’Italia alla Finale Mondiale

Doppio evento.

L’importante kermesse bolognese si è tenuta proprio in occasione della Giornata Europea del gelato artigianale. «La data scelta per la Finale Italiana non è casuale ha commentato Achille Sassoli, direttore di Gelato World Tour – perché vogliamo celebrare la Giornata europea del gelato artigianale insieme ai migliori gelatieri d’Italia e ai rappresentanti delle maggiori testate giornalistiche d’Italia». La sfida, durata due giorni, ha coinvolto centoventi professionisti selezionati in tutta la penisola tra il 2015 e il 2017, per un totale di sedici mesi di incontri, con 59 tappe in 18 regioni e 1300 gelatieri coinvolti. Una macchina organizzativa imponente.

La selezione

Sono otto i gelatieri che parteciperanno alla Finale Mondiale di Gelato World Tour in programma a Rimini dall’8 al 10 settembre 2017; insieme a loro concorreranno altri trentadue gelatieri risultati vincitori nelle undici tappe internazionali in Europa, Asia, Africa e America. Folta la giuria, composta da trentacinque membri tra giornalisti della stampa enogastronomica, chef, pasticcieri e gelatieri, tra i quali il maestro Giancarlo Timballo, presidente della Coppa del Mondo di Gelateria.

 

Gli otto finalisti

Tra gli otto vincitori Daniele Mosca, che ha perso la sua gelateria ad Amatrice a seguito del terremoto del 2016, con il gusto “Sapore d’Amatrice”. Tre sono stati i gusti “Pistacchio” premiati, Francesca Mombelli della gelateria Il Vizio del Gelato di S. Nicolò (Pc), Alessandro Crispini della Gelateria Crispini di Spoleto e Bruno Di Maria della Gelateria Madison di Realmonte (Ag). Alessandro Leo della gelateria Alexart di Corato (Ba) ha invece proposto “Crema di Latte all’Olio Extravergine di Oliva”, mentre Francesco e Salvatore Manuele della gelateria Nuova Dolceria di Siracusa “Mandorlivo”, a base di olio extravergine di oliva Tonda Iblea. Infine, a tema chilometro zero, Elisabeth Stolz della Gelateria Osteria Contadina Hubenbauer di Varna (Bz) con il gusto “L’anima dell’Alto Adige” e Silvia Pennati di Formazza Agricola a Formazza (Vb) con “Latte e Menta Selvatica” fatto con gli ingredienti prodotti dalla stessa azienda.

LA COPPA PERFETTA

Doppio successo per Francesco e Salvatore Manuele della gelateria Nuova Dolceria di Siracusa che hanno anche vinto la competizione Tonda Challenge organizzata da Ifi. La sfida prevedeva la preparazione di una coppetta del peso di cento grammi.

 

Mestiere da riqualificare

A coronamento delle due giornate di gara Franco Cesare Puglisi, direttore editoriale di puntoIT, è intervenuto davanti a una nutrita e attenta platea per parlare del mestiere dell’artigiano gelatiere. Un mestiere – ha evidenziato il giornalista che va riqualificato puntando soprat tutto sulla riscoperta dell’artigianalità come valore aggiunto. Il professionista deve saper comunicare questo valore al consumatore e se riesce a presentare bene i propri prodotti allora il cliente sarà disposto a riconoscere un prezzo adeguato. «Oggi il gelatiere è come il sarto del dolce in quanto propone un gelato “su misura”, preparato al momento, come poche altre specialità del mondo dolciario». Questa è la mission che Franco Cesare Puglisi suggerisce agli operatori del settore, «bisogna proporre nel proprio locale elevata qualità, artigianalità, materie prime di alto livello insieme a sacrificio, passione e fantasia nel creare gusti nuovi e originali; questa è la strada giusta da percorrere». La platea ha condiviso queste riflessioni dedicando una standing ovation!


A cura di Samanta Alessi

Tags
Mostra di più
Close
Close