Gelateria

Biancaneve e i sette nani

“Specchio, servo delle mie brame, chi ora è la più bella del reame?”

(Regina Cattiva)

Biancaneve viveva in un castello con il padre e la matrigna. Quest’ultima pensava di essere la più bella del regno e chiedeva conferma a uno specchio magico. Un giorno lo specchio le disse che Biancaneve era più bella di lei e la regina invidiosa chiamò un cacciatore per liberarsi della piccola. Condusse la fanciulla nel bosco per ucciderla, ma non ebbe il coraggio e la lasciò andare dicendole di fuggire lontano e non tornare mai più. In mezzo al bosco Biancaneve vide una casetta ed entrò. Era tutto molto piccolo e ogni cosa era per sette, la fanciulla si mise a cucinare e infine si addormentò. La sera sette piccoli nani, tornarono a casa e scoprirono la bellissima fanciulla. Nel frattempo lo specchio continuava a dire alla matrigna che Biancaneve era più bella di lei, e così decise di ucciderla; si travestì da vecchia contadina e le fece mangiare una mela avvelenata e la ragazza cadde morta. I nani la adagiarono in una bara di cristallo davanti casa e un principe che passò di lì, incantato dalla sua bellezza, si fermò e le diede un bacio. Biancaneve si svegliò e i due vissero felici e contenti.

TITOLO: Biancaneve e i sette nani
ANNO: 1973
REGIA: David Hand
GENERE: Walt Disney
PRODUZIONE: Fantasy per ragazzi
FOTOGRAFIA: Maxwell Morgan

MELA E LAVANDA – Sorbetto fiabesco

Per la realizzazione del sorbetto è stata scelta la mela, simbolo della fiaba, abbinato alla lavanda il cui profumo ispira sentimenti miti. Nel linguaggio dei fiori regalare la lavanda significa “il tuo ricordo è la mia unica felicità”.

Vaso in vimine con fiori freschi di lavanda.

Mela rossa per sorbetto di mela e lavanda.

CON BASE FRUTTA 50

Acqua 195 g
Mela 550 g
Saccarosio 90 g
Destrosio 40 g
Sciroppo di glucosio disidratato 30 DE 80 g
Base frutta 50 35 g
Succo di limone 10 g
TOTALE 1000 g

CON BASE FRUTTA 100

Acqua 195 g
Mela 550 g
Saccarosio 80 g
Destrosio 30 g
Sciroppo di glucosio disidratato 30 DE 65 g
Base frutta 100 70 g
Succo di limone 10 g
TOTALE 1000 g
AGGIUNGERE: 10 G DI FIORI DI LAVANDA ESSICCATI PER OGNI KG DI MISCELA FINITA

PROCEDIMENTO

 

  • Mescolare la base con gli zuccheri, poi frullare questi solidi con l’acqua. Seguire le indicazioni riportate sulla scheda tecnica della base. Alcune aziende suggeriscono di lasciar riposare la miscela per alcuni minuti (si dice a freddo) oppure altre consigliano di portare la miscela a 65°C o 85°C e poi raffreddare a 4°C, questo per far sciogliere meglio gli zuccheri (si dice a caldo).
  • Non inserire nello sciroppo di zuccheri il succo di limone che verrà aggiunto successivamente.
  • Mettere in infusione nello sciroppo 10 g di lavanda essiccata, per ogni kg di miscela finita, per dodici ore alla temperatura di 4°C.
  • Filtrare e inserire il succo di limone, le mele tagliate a cubetti, metà delle quali con la buccia. Per evitare l’ossidazione del frutto si consiglia di tagliarla con un coltello in ceramica.
  • Frullare il tutto e versare nel mantecatore, azionare il ciclo di gelatura.
  • Estrarre il sorbetto, abbattere per cinque minuti ed esporre in vetrina a -11°/-12°C.
  • Decorare con fiori di lavanda e fettine di mela precedentemente abbattute.

A cura di Antonio Mezzalira – Foto di Sxc.hu

Mostra di più
Close
Close