News

A Hostmilano va in scena lo storytelling di Iginio Massari: tra talks e degustazioni, la “Pasticceria di lusso” scopre le sue carte

Dove va la pasticceria del futuro? Che ruolo avrà la tecnologia? Cosa c’è da imparare dai più importanti pastry chef internazionali? Ma soprattutto: come si fa a “comunicare” correttamente tutto ciò che riguarda l’universo del dolce, specialmente se alto di gamma? Tutti i segreti dello “storytelling” della Pasticceria del Terzo Millennio sbarcano a Hostmilano (a fieramilano, dal 18 al 22 ottobre 2019) illustrati, ma soprattutto raccontati, dal Maestro dei maestri pasticceri italiani: Iginio Massari. In collaborazione con la manifestazione leader dell’universo Ho.Re.Ca.a livello globale, sarà infatti proprio colui che secondo molti rappresenta il pastry tricolore all’estero, a dare vita a uno degli eventi “simbolo” di Hostmilano. Una cinque giorni di show, seminari e degustazioni alla presenza delle star mondiali della pasticceria, con un titolo che parla da solo.

Al via il nuovo evento “Pasticceria di lusso nel mondo by Iginio Massari”

Un format semplice e lineare, ma in grado di tenere viva l’attenzione di professionisti e addetti ai lavori per tutta la durata della manifestazione. Sotto la costante supervisione del Maestro, non solo sempre presente nelle diverse giornate di “Pasticceria di lusso nel mondo”, ma anche protagonista in prima persona di alcune dimostrazioni e “talk”, l’evento di HostMilano vedrà l’alternarsi oltre 20 tra i più famosi pastry chef mondiali. Ognuno di loro – “li ho scelti tutti personalmente, è un grande onore per me essere un primus inter pares in questa situazione”, tiene a sottolineare lo stesso Massari – avrà a disposizione uno slot di 1 ora, tra il momento dedicato al vero e proprio showcooking, e quello relativo alla degustazione. “L’obiettivo che ci poniamo – aggiunge il Maestro – è creare una comunicazione corretta di ciò che significa fare pasticceria di lusso, oggi. Anche se, per quanto mi riguarda, la pasticceria di alta qualità deve sempre essere alla portata di tutti”. Niente improvvisazione e spazio solo ai professionisti amanti dei dettagli e del “bello”.
Insomma, la pasticceria del Terzo Millennio non sarà solo “buona”, ma vedrà la vittoria definitiva di ingredienti come la competenza, l’abilità tecnica e la creatività. Parola di Iginio Massari, secondo cui però tutto questo, da solo, non basta: “Senza una corretta promozione non si va da nessuna parte. Le cose sono cambiate rispetto a un passato nemmeno troppo lontano, quando funzionava benissimo solo il passaparola. Oggi bisogna insistere su tutto ciò che è comunicazione… senza naturalmente dimenticare il binomio tra tecnologia ed innovazione”.

 

Mostra di più
Close
Close